L'incontro fra Dougie e Sammy

Siamo andati a scoprire cosa succede quando due leggende del motociclismo si incontrano.

Dai podi dei Gran Premi fino alla vetta del Ben Nevis, sono pochi i posti in cui la leggenda del motociclismo Sammy Miller non abbia mai sfrecciato in sella a una moto. Attualmente, all'età di 85 anni, è ancora circondato dalle motociclette. Il museo della sua casa nell'Hampshire accoglie una vasta collezione di modelli classici completamente restaurati.

Rispetto a una tale esperienza, Dougie Lampkin potrebbe apparire come un novellino. Ma grazie agli innumerevoli successi conseguiti nella sua carriera, tra cui cinque titoli mondiali indoor e sette campionati mondiali outdoor consecutivi, senza contare le vittorie negli Scott Trials e nei mondiali a squadre, a soli 43 anni Dougie può già essere incluso di diritto fra gli “anziani del mestiere”.

Questi due grandi motociclisti hanno molto in comune: uno spirito fieramente competitivo, un successo senza precedenti nello Scottish Six Days Trial (cinque vittorie per Sammy negli anni '60 e ben 12 per Dougie in anni più recenti), per non parlare del loro amore di lunga data per Belstaff. Quindi, quando di recente Dougie ha incontrato Sammy al suo museo, abbiamo colto l'occasione per unirci alla visita.

Angela Hartnett Belstaff Experience video

Angela Hartnett Belstaff Experience video
Durata del video
Livello del suono

Il legame di Sammy con Belstaff risale al 1954, quando scrisse all'azienda chiedendo una tuta da motociclista da indossare per il Six Days Trial. Mentre era a casa a Belfast, si imbatté in una pubblicità di Belstaff. Colpito dalla somiglianza del nome con quello della sua città natale, pensò di tentare la sorte. “Mi risposero”, racconta a Dougie davanti alla tuta da motociclista che indossò quell'anno. “Dissero: 'Sì, ti sosterremo durante lo Scottish Six Day. Inviaci le tue misure e quello che desideri'”. Fu l'inizio di una collaborazione duratura ed estremamente fruttuosa.

Il record di Dougie al Six Days Trial è un racconto altrettanto strabiliante. Due anni fa è stato a un passo dalla designazione di primo concorrente ad aver concluso la gara senza alcun incidente, invece si è reso protagonista di un solo tamponamento in tutti e sei i giorni, eguagliando il record appartenente a Gordon Jackson. Mentre lui e Sammy ispezionano l'AJS da record di Jackson, Dougie ricorda il suo giro quasi perfetto. “In seguito ho saputo che il signor Jackson aveva seguito l'evento notte dopo notte, desiderando che nessuno infrangesse il suo record”, dichiara ridendo. “Così abbiamo optato per un pareggio.”

La simpatia tra Sammy e Dougie è immediata e contagiosa. “Forza, monta in sella a quella”, dichiara Sammy indicando un'altra delle numerose moto esposte. “È passato un po' dall'ultima volta che mi è stata detta una cosa del genere” risponde Dougie, mentre la stanza riecheggia di risa, o almeno gli angoli di essa non ancora occupati dalle moto.

Ad ogni modo, non si tratta di un viaggio dedicato alla visita di statici pezzi da museo, anche perché non ce ne sono molti definibili in questo modo. Infatti, queste motociclette sono perfettamente funzionanti e stiamo per averne una dimostrazione.

Angela Hartnett Belstaff Experience video

Angela Hartnett Belstaff Experience video
Durata del video
Livello del suono

“Sto per tirare fuori la sua replica della GOV 132 Ariel”, dichiara Dougie, realizzando così un sogno che si portava dietro da tempo: provare in prima persona la leggendaria moto costruita da Sammy. E come se non bastasse, Sammy lo raggiunge in sella a una BSA, sorprendendo tutti.

“Le fondamenta del museo” dice Dougie, indicando il terreno che i due hanno adibito ad area giochi improvvisata. “Non è scozzese”, aggiunge Sammy, “ma è abbastanza buono per fare pratica.”

Vedendo queste due leggende sfrecciare insieme, due campioni di trial nel Trialmaster, è come se la differenza d'età fra i due scomparisse. Senz'altro essere giovani non è un vantaggio, quando si tratta della GOV 132. “Prima o poi ci riuscirò” dichiara Dougie, mentre cerca di riportare in vita questo famoso modello. “Vedi, se fosse stata una BSA sarebbe schizzata via immediatamente, Sammy”, dice provocandolo.

Ben presto arriva il momento di tornare a casa. Mentre facciamo le valigie e ci prepariamo a partire, i due uomini si stringono la mano, sorridendo raggianti. Incredibilmente, è stata la prima volta che i due si sono ritrovati a sfrecciare in moto insieme: fare la storia non è mai stato così divertente.

Share